Sintesi 1° incontro del 19.11.2012

Sintesi del primo incontro Gruppo Adulti

“Abbiamo trovato il messia” : la fede come incontro decisivo con Gesù

         La nostra vita è fatta da incontri, formali o informali, con altre persone. Ciascuno porta in sé la bellezza di incontri che hanno segnato e creato dei “legami” profondi ed indissolubili. Questi legami speciali ci permettono di sperimentare il “sentirsi amati” da qualcuno, ma anche ci fanno capire che noi stessi possiamo “amare qualcuno”.

Ogni incontro è un invito alla cura e responsabilità verso gli altri. Alcuni incontri ci fanno gioire, altri soffrire, alcuni richiedono la pazienza dei gesti e autentico ascolto, altri si fissano nel tempo e mai vengono meno.

Dio non è geloso anche Lui è sempre “fuori dalla nostra porta” pronto a incontrarci e farsi incontrare. Spetta alla libertà dell’uomo lasciarsi toccare da questa relazione.

Il brano del Vangelo ci permette di capire alcune dimensioni del vero incontro con Gesù:

–      è Lui che ha bisogno di essere cercato: spetta alla nostra libertà scegliere di incontrarlo nella vita di ogni giorno

–      l’incontro con Gesù per gli apostoli indica una direzione, un cambiamento di vita che procura felicità

–      l’incontro con Gesù genera gioia, meraviglia, condivisione, apertura alla vita

–      l’incontro con Gesù è sempre un “appello” un invito d’amore

–      ogni incontro di Gesù è sempre segnato dall’amicizia dove l’altro è accolto nella sua pienezza

–      incontrare Gesù nella propria vita è un invito alla testimonianza (mostrare/annunciare la gioia di un incontro liberante)

–      l’incontro con Gesù esige alcuni atteggiamenti interiori: fare “silenzio” autenticamente e saperne cogliere la sua Presenza del  nei fatti e vita quotidiana.

Incontrare Gesù e riconoscerlo come Salvatore significa rispondere ad un invito d’amore. Vivere da cristiani in modo autentico significa tradurre nella vita di ogni giorno la gioia e meraviglia di aver incontrato Colui che dà senso alla nostra esistenza.